Italian

Ufficio Anagrafe

In ogni Comune esistono due distinte Anagrafi: l'Anagrafe della Popolazione Residente e l'Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero (A.I.R.E.).
L'Anagrafe della Popolazione Residente registra gli abitanti residenti nel Comune e tutte le successive variazioni che si verificano nella popolazione stessa, mentre l'Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero si occupa dei cittadini italiani all'estero.

CAMBIO DI RESIDENZA IN TEMPO REALE

Dal 9 maggio 2012 sono entrate in vigore nuove norme sul trasferimento di residenza e cambi di abitazione. Le modifiche (art. 5 del decreto legge 9.02.2012 n. 5, conv. in Legge 4 aprile 2012, n. 35), riguardano:

  • Trasferimento della residenza da altro comune
  • Trasferimento della residenza dall'estero
  • Cambiamento di abitazione nel Comune
  • Trasferimento della residenza all'estero


Prima di procedere alla Dichiarazione di Residenza leggere attentamente la norma di legge sotto riportata:

Lotta all'occupazione abusiva di immobili (Legge 23.05.2014, n. 80)

Art. 5

Lotta all'occupazione abusiva di immobili. Salvaguardia degli effetti di disposizioni in materia di contratti di locazione

1. Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge.

Gli atti aventi ad oggetto l'allacciamento dei servizi di energia elettrica, di gas, di servizi idrici e della telefonia fissa, nelle forme della stipulazione, della volturazione, del rinnovo, sono nulli, e pertanto non possono essere stipulati o comunque adottati, qualora non riportino i dati identificativi del richiedente e il titolo che attesti la proprietà, il regolare possesso o la regolare detenzione dell'unità immobiliare in favore della quale si richiede l'allacciamento.

Al fine di consentire ai soggetti somministranti la verifica dei dati dell'utente e il loro inserimento negli atti indicati nel periodo precedente, i richiedenti sono tenuti a consegnare ai soggetti somministranti idonea documentazione relativa al titolo che attesti la proprietà, il regolare possesso o la regolare detenzione dell'unità immobiliare, in originale o copia autentica, o a rilasciare dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell'articolo 47 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

1-bis. I soggetti che occupano abusivamente alloggi di edilizia residenziale pubblica non possono partecipare alle procedure di assegnazione di alloggi della medesima natura per i cinque anni successivi alla data di accertamento dell'occupazione abusiva.

1-ter. Sono fatti salvi, fino alla data del 31 dicembre 2015, gli effetti prodottisi e i rapporti giuridici sorti sulla base dei contratti di locazione registrati ai sensi dell'articolo 3, commi 8 e 9, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23

I cittadini dovranno utilizzare i moduli di dichiarazione di residenza sottoelencati:

Le istanze possono essere presentate direttamente all'Ufficio Anagrafe del Comune (durante gli orari di apertura dello sportello anagrafe), oppure tramite:

  • raccomandata (Comune di Campoformido - Ufficio Anagrafe – Largo Municipio, 9 – 33030 Campoformido);
  • fax  0432/653525;
  • posta elettronica ordinaria all'indirizzo e-mail: anagrafe@comune.campoformido.ud.it ;
  • posta elettronica certificata all'indirizzo e-mail: protocollo@pec.comune.campoformido.ud.it , solo nel caso si possieda una casella di posta elettronica PEC o PAC;


L'inoltro delle istanze per via telematica è consentito a una delle seguenti condizioni:

  • che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
  • che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della carta di identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
  • che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante
  • che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento di identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice;


Alla dichiarazione deve sempre essere allegata copia del documento di identità del richiedente.
 

I cittadini di Stati non appartenenti all'Unione Europea devono allegare all'istanza tutti i documenti indicati nell'Allegato A alla dichiarazione di residenza. 

I cittadini di Stati appartenenti all'Unione Europea devono allegare all'istanza tutti i documenti indicati nell'Allegato B alla dichiarazione di residenza.

La dichiarazione per essere accettata deve contenere necessariamente tutti i dati obbligatori previsti nell'apposito modulo. 

Si raccomanda la corretta compilazione dei dati relativi alla patente di guida e alle targhe di tutti i veicoli intestati alle persone interessate dalla variazione, al fine di consentire l’invio dei tagliandi di aggiornamento da applicare sui documenti.

L'ufficiale d'anagrafe effettuerà la registrazione entro due giorni lavorativi successivi alla presentazione della dichiarazione e, a decorrere dalla registrazione e fino al ricevimento della conferma della cancellazione da parte del Comune di precedente iscrizione, potrà rilasciare la certificazione relativa alla residenza e allo stato di famiglia, limitatamente alle informazioni documentate.

Gli effetti giuridici delle dichiarazioni anagrafiche (e delle cancellazioni) decorrono dalla data di presentazione della dichiarazione.

I controlli sulla sussistenza dei requisiti dichiarati saranno effettuati entro 45 giorni dalla dichiarazione resa o inviata. Trascorso tale termine senza che siano pervenute al cittadino comunicazioni negative, quanto dichiarato si considera conforme alla situazione di fatto (silenzio-assenso) ai sensi dell'art. 20 L.241/1990.

In presenza di accertamento negativo, l'interessato sarà cancellato dall'Anagrafe con effetto retroattivo e sarà denunciato alle competenti autorità per le responsabilità penali per dichiarazioni mendaci ai sensi degli art. 75 e 76 DPR 445/2000.

Tessera carburante:
A seguito della variazione di residenza è necessario aggiornare la tessera carburante a prezzo ridotto; tutte le informazioni e la modulistica sono pubblicate sul sito della Camera di Commercio.

Certificati:
Dal 1° gennaio 2012 i certificati rilasciati dalla pubblica amministrazione devono essere utilizzati esclusivamente nei rapporti tra privati e devono riportare,  pena la loro nullità, la dicitura "Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi".

I certificati richiesti vengono rilasciati in marca da bollo da € 16,00, tranne nei casi in cui è prevista l'esenzione.

Nei rapporti con la pubblica amministrazione e con i gestori di pubblici servizi, nonché con i privati che lo consentano, si utilizza l’autocertificazione sottoscritta dall'interessato. (modulo dichiarazione sostitutiva di certificazione)

Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà:
L'esistenza di stati, fatti e qualità personali a diretta conoscenza può essere dimostrata dal cittadino con dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà; necessita una marca da bollo da € 16,00, tranne nei casi in cui è prevista l'esenzione.

La dichiarazione va resa al funzionario autenticante (impiegato addetto al ricevimento dell'atto, notaio, cancelliere del tribunale, segretario comunale, funzionario incaricato dal sindaco o delegato dal rappresentante legale dell'impresa che gestisce il pubblico servizio) e sottoscritta in sua presenza.

Dalla dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà  sono escluse le manifestazioni di volontà  (procure, mandati, deleghe, autorizzazioni, rinunce, accettazioni, ecc.) e la stessa dichiarazione non può trovare applicazione nell'ambito del diritto privato (competente al notaio) o se rivolta all'autorità  giudiziaria nell'espletamento delle funzioni giurisdizionali. (modulo dichiarazione sostitutiva atto di notorietà )

Qualora la dichiarazione deve essere prodotta agli organi della pubblica amministrazione o a gestori di pubblici servizi, non è soggetta ad autenticazione se firmata in presenza del dipendente addetto o  presentata unitamente alla copia fotostatica di un documento di identità. (modulo dichiarazione sostitutiva atto di notorietà per la P.A.)

Autentica di copia:
Consiste nell’attestazione di conformità di una copia con l’originale esibito; necessita una marca da bollo da € 16,00, tranne nei casi in cui è prevista l'esenzione.

Qualora l’originale sia depositato presso un ufficio della pubblica amministrazione, l’autenticazione va richiesta all’ufficio che ha in deposito l’atto.

Autentica di firma:
Consiste nell’attestazione del funzionario autenticante che la sottoscrizione è stata apposta in sua presenza, previo accertamento dell’identità del firmatario a mezzo esibizione di un documento di riconoscimento. La sottoscrizione di istanze da produrre agli organi della pubblica amministrazione o ai gestori o esercenti di pubblici servizi non è soggetta ad autenticazione ove sia firmata in presenza del dipendente addetto o presentata unitamente alla copia fotostatica di un documento di identità.

L’autenticazione non può essere effettuata in atti rivolti ad organi del potere giurisdizionale (ricorsi, procedimenti civili, penali, amministrativi, ecc.) e per uso privato.

Passaggi di proprietà di beni mobili registrati:
Il cittadino può rivolgersi anche in Comune per autenticare la sottoscrizione degli atti e delle dichiarazioni per l'alienazione di beni mobili registrati (auto, moto, barche, rimorchi) o la costituzione di diritti di garanzia sui medesimi.
Il venditore deve presentarsi con l'originale del Certificato di Proprietà (CDP) o Foglio complementare, con un documento di riconoscimento in corso di validità, una marca da bollo di € 16,00 e con i dati dell'acquirente (nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza e codice fiscale). I diritti di segreteria ammontano a € 0.52.
La vendita si formalizza con la registrazione, a cura dell'acquirente, del passaggio di proprietà al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) entro il termine di 60 giorni dalla autentica della firma.

Legalizzazione di fotografia:

Le amministrazioni competenti al rilascio dei documenti personali devono legalizzare direttamente le fotografie. L'interessato può anche rivolgersi presso qualsiasi Comune presentandosi con un documento di identificazione.

Attestazione di soggiorno per cittadini comunitari:
Il decreto legislativo 6 febbraio 2007 n. 30 ha abrogato la Carta di soggiorno per i cittadini comunitari od equiparati.

I cittadini appartenenti ai paesi membri dell'Unione Europea e i loro familiari possono liberamente circolare e soggiornare in Italia.

N.B. sono equiparati ai cittadini comunitari anche i cittadini NON comunitari dei seguenti Stati: Islanda, Lichtienstein, Norvegia, Svizzera, Rep. San Marino, Principato di Monaco, Andorra e Città del Vaticano.

L'iscrizione anagrafica é subordinata al possesso dei seguenti requisiti:

  • essere lavoratore subordinato o autonomo;
  • disporre per se stesso e per i propri familiari, di risorse economiche sufficienti e di una assicurazione sanitaria o di un altro titolo idoneo che copra tutti i rischi sul territorio nazionale;
  • essere iscritto presso un istituto pubblico o privato riconosciuto per seguirvi a titolo principale un corso di studi o di formazione professionale e disporre, per se stesso e per i propri familiari, di risorse economiche sufficienti, da attestare con una dichiarazione, o con idonea documentazione, e di un'assicurazione sanitaria o di altro titolo idoneo che copra tutti i rischi nel territorio nazionale
  • essere familiare, come definito dall'articolo 2 del D.Lgs.30/2007, che accompagna o raggiunge un cittadino dell'Unione che ha diritto di soggiornare ai sensi delle lettere a), b) o c).
  • Il diritto di soggiorno è esteso ai familiari non aventi la cittadinanza di uno stato membro quando accompagnano o raggiungono nel territorio nazionale il cittadino dell'Unione, che si trova nelle condizioni sopra descritte alle lettere a), b) o c).


Il cittadino dell'Unione già lavoratore subordinato o autonomo sul territorio nazionale, conserva il diritto al soggiorno quando:

  • è temporaneamente inabile al lavoro a seguito di una malattia o infortunio;
  • è in stato di disoccupazione involontaria debitamente comprovata dopo aver esercitato un'attività lavorativa per oltre un anno nel territorio nazionale ed è iscritto presso il Centro per l'impiego, ovvero ha reso la dichiarazione, che attesti l'immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa
  • è in stato di disoccupazione involontaria debitamente comprovata al termine di un contratto di lavoro di durata determinata inferiore ad un anno, ovvero si è trovato in tale stato durante i primi dodici mesi di soggiorno nel territorio nazionale, è iscritto presso il Centro per l'impiego ovvero ha reso la dichiarazione che attesti l'immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa. In tale caso, l'interessato conserva la qualità di lavoratore subordinato per un periodo di un anno
  • segue un corso di formazione professionale. Salvo il caso di disoccupazione involontaria, la conservazione della qualità di lavoratore subordinato presuppone che esista un collegamento tra l'attività professionale precedentemente svolta e il corso di formazione seguito.


Modalità di richiesta:

La richiesta deve essere formulata personalmente all'Ufficio Anagrafe richiedendo:

  • l'attestato di ricevuta della richiesta di residenza anagrafica: al momento della richiesta di iscrizione in anagrafe;
  • l'attestazione di regolarità di soggiorno per i cittadini dell'unione europea: per chi era già residente prima dell'11 aprile 2007, rilasciata entro 90 gg (occorrenti due marche da bollo da € 16,00);
  • l'attestazione di soggiorno permanente per i cittadini dell'unione europea: per chi ha soggiornato legalmente almeno da 5 anni sul territorio nazionale; nota bene: al fine del calcolo dei 5 anni di soggiorno si considera come data di decorrenza la data dell'inizio di validità del titolo di soggiorno (permesso o carta di soggiorno) già posseduto dall'interessato, il quale è sufficiente a dimostrare la regolarità del soggiorno, rilasciata entro 30 gg (occorrenti due marche da bollo da € 16,00).


Carta d'identità --> vai alla pagina dedicata


Passaporto  - Servizio AgendaOnline - Passaporto elettronico:
Questa sezione vi aiuterà a trovare tutte le informazioni che riguardano il passaporto indirizzandovi direttamente al sito della Polizia di Stato. 

Il passaporto ordinario è valido per tutti i Paesi i cui governi sono riconosciuti da quello italiano e può essere ottenuto da tutti i cittadini della Repubblica. Il passaporto viene rilasciato e rinnovato dalle Questure e, all'estero, dalle rappresentanze diplomatiche e consolari.

Dal 20 maggio 2010 è stato introdotto l'inserimento nel passaporto della firma digitalizzata del titolare che verrà acquisita ESCLUSIVAMENTE presso gli sportelli della Questura di Udine. Inoltre dal 10 giugno 2010 le modalità di rilascio saranno ulteriormente implementate con l'introduzione della procedura di acquisizione anche delle impronte digitali. Per ottenere il passaporto è necessario, quindi, recarsi direttamente in Questura. AgendaOnline-Passaporto Elettronico è il nuovo servizio della Polizia dello Stato, online e totalmente gratuito, a disposizione di tutti i cittadini. Il servizio consente al cittadino di richiedere un appuntamento per il rilascio del passaporto. Per ottenere l'appuntamento è necessario registrarsi al sito www.passaportonline.poliziadistato.it. 

Dopo aver fatto la registrazione è possibile prenotare un appuntamento presso la Questura.