Italian

I.M.U. - ANNO 2012

ATTENZIONE: SI COMUNICA CHE LE ALIQUOTE PER IL PAGAMENTO DEL SALDO I.M.U. 2012 NON SONO VARIATE RISPETTO ALL'ACCONTO DI GIUGNO 2012.

INDICE GENERALE
A decorrere dal 01/01/2012 l'I.C.I. è stata soppressa. Ai sensi dell'art.13 del  decreto-legge 6 dicembre 2011 è stata anticipata, in via sperimentale, l'imposta municipale propria (I.M.U.).

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) ANNO 2012
L’art. 13 del D.L. n. 201/2011, convertito in Legge n. 214 del 22 dicembre 2011, prevede, a decorrere dal 1° gennaio 2012, l’applicazione “in via sperimentale” dell'Imposta Municipale Propria (I.M.U.).

Chi paga
Soggetti passivi sono i proprietari o titolari di altro diritto reale di fabbricati, compresa l’abitazione principale e le sue pertinenze , i fabbricati rurali, le aree fabbricati e i terreni agricoli.
Per abitazione principale si intende l'immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente. Per pertinenze dell'abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo.
In caso di separazione legale, o di annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, il coniuge che risulta assegnatario della casa coniugale è soggetto passivo dell’abitazione principale e relative pertinenze a prescindere dal fatto che ne sia proprietario.
Non è più prevista, per legge, l’esenzione per le abitazioni concesse in comodato d’uso gratuito ai parenti.

Quanto si paga
Importo minimo:

Non è dovuta l'imposta se inferiore a € 12,00.

Le nuove regole stabilite dal D.L. 201/2011 intervengono sul calcolo della base imponibile, comportando un incremento in base alla categoria catastale, come riportato nella seguente tabella:

Fabbricati categorie catastali Coefficiente I.M.U.<br />(in vigore dal 2012) applicati sulla rendita catastale rivalutata del 5% -
A - C/2 - C/6 - C/7 con esclusione di A/10 160
B 140
C/3 - C/4 - C/5 140
C/1 55
A/10 80
D/5 80
D (con esclusione di D/5) 60 fino al 31/12/2012 - 65 dal 01/01/2013
Terreni agricoli Coefficiente I.M.U. (in vigore dal 2012) applicati sul reddito domenicale rivalutato del 25%
Terreni agricoli condotti direttamente da coltivatori diretti o imprenditori iscritti Scau. Sono previste le riduzioni specificate in seguito. 110
Altri terreni agricoli 135
Altre tipologie di immobili Base imponibile I.M.U. (in vigore dal 2012)
Terreno edificabile Valore venale
Fabbricati d’impresa non iscritti in catasto Valore contabile
Ristrutturazione Area edificabile

Le aliquote fissate ad oggi dalla Legge sono:

  • 0,76 %: aliquota base;
  • 0,40%:  aliquota per l'abitazione principale e le relative pertinenze (queste ultime potranno essere una sola per ognuna delle seguenti categorie catastali: C/2, C/6 e C/7);
  • 0,20 % aliquota per i fabbricati rurali strumentali.


Riduzioni e detrazioni previste dalla Legge: 

  • la detrazione per l'abitazione principale dei residenti e relative pertinenze, fino a concorrenza del suo ammontare, è fissata per legge in € 200,00.=, rapportate al periodo dell'anno durante il quale si protrae la destinazione. Per gli anni 2012 e 2013 vi è un'ulteriore detrazione di € 50,00 per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni, purché dimorante abitualmente e residente nell'abitazione principale. L'ulteriore detrazione totale per i figli non può superare € 400,00.=;
  • la detrazione  in parola si applica anche: alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, agli alloggi I.A.C.P.;
  • la riduzione del 50% della base imponibile in relazione alle seguenti tipologie di immobili:
    - Fabbricati di interesse storico o artistico di cui all’art. 10 del D.Lgs. n. 42/2004;
    - Fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati (con le medesime procedure di attestazione dello status dell’immobile che erano previste per l’Ici).


Imponibile terreni posseduti da agricoltori:
a) Per calcolare l’imponibile dei terreni agricoli posseduti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli professionali, purchè dai medesimi condotti, è introdotto un sistema a fasce che prevede la tassazione limitatamente alla parte di valore eccedente euro 6.000 e con le seguenti riduzioni;
b) del 70% dell’imposta gravante sulla parte di valore eccedente i predetti euro 6.000 e fino a euro 15.500;
c) del 50% di quella gravante sul valore eccedente euro 15.500 e fino a euro 25.500;
d) del 25% di quella gravante sulla parte di valore eccedente euro 25.500 e fino a euro 32.000;

ATTENZIONE: sono state abolite dalla Legge sull'anticipazione dell'IMU al 2012, le seguenti precedenti norme di legge o regolamentari del Comune:

  • L'agevolazione per tutte le pertinenze utilizzate indipendentemente dal loro numero (ora si può considerare solo una pertinenza per ciascuna delle cat. C/2, C/6 e C/7);
  • l'equiparazione all'abitazione principale delle abitazioni date in uso gratuito ai parenti di primo grado (che quindi di fatto verranno considerate a tutti gli effetti case diverse dall'abitazione principale);
  • non vi è più alcuna agevolazione per i fabbricati non locati dei cittadini italiani residenti all'estero.


Simulatore di calcolo I.M.U.
ATTENZIONE:

Link eliminato in quanto si deve utilizzare il calcolatore IMU dell'anno in corso;
E' inoltre possibile verificare la rendita catastale dei terreni ed immobili effettuando una visura catastale on-line sul sito dell'agenzia del territorio al seguente collegamento (sito esterno).

Come Pagare:
I pagamenti possono essere effettuati solo mediante l'uso del Modello F24.  E' riservata allo Stato la quota di imposta pari alla metà dell'importo calcolato applicando (l'aliquota base dello 0,76%) alla base imponibile rivalutata di tutti gli immobili, ad eccezione dell'abitazione principale e delle relative pertinenze nonché dei fabbricati rurali ad uso strumentale. La quota di imposta risultante è versata allo Stato contestualmente all'imposta municipale propria.
Il versamento per i soggetti titolari di partita IVA, deve essere effettuato con modalità telematiche, come previsto dall’art. 37 comma 49 del D.L. 04/07/2006, n.223.
NOTE INTEGRATIVE - Iscritti all'AIRE -
Per i contribuenti che risiedono all'estero al fine del pagamento dell'IMU anno 2012 relativamente agli immobili posseduti nel Comune di Campoformido, devono utilizzare i seguenti codici:
- per la quota spettante al Comune di Campoformido si rimanda al link per le coordinate bancarie/postali.
- per la quota septtante allo Stato Italiano si rimanda al link del comunicato del Ministero dell'Economia e Finanze.

Codici Tributo
Il codice catastale del Comune di Campoformido è B536.
I codici tributo, fissati dalla risoluzione 35/E dell’Agenzia delle Entrate, sono:
3912 («Imu - imposta municipale propria su abitazione principale e relative pertinenze - articolo 13, c. 7, d.l. 201/2011 - Comune»),
3913 («Imu - imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale - Comune»),
3914 («Imu - imposta municipale propria per i terreni - Comune»),
3915 («Imu - imposta municipale propria per i terreni - Stato»),
3916 («Imu – imposta municipale propria per le aree fabbricabili - Comune»),
3917 («Imu - imposta municipale propria per le aree fabbricabili - Stato»),
3918 («Imu - imposta municipale propria per gli altri fabbricati - Comune»),
3919 («Imu - imposta municipale propria per gli altri fabbricati - Stato»),
Si precisa che in caso di ravvedimento le sanzioni e gli interessi sono versati unitamente all’imposta dovuta.

CODICI per la rateizzazione relativi all'abitazione principale:
0101 in caso di versamento in 2 rate;
0102 in caso di versamenti in 3 rate.

Termini per i versamenti:
Per l’abitazione principale e relative pertinenze il versamento potrà essere effettuato in due rate o in tre rate. Nel caso di pagamento in due rate le scadenze sono 18 giugno e 17 dicembre e l'imposta è pari al 50% del totale. Nel modello di pagamento F24 all'interno del riquadro del  "Rateazione/mese rif" deve essere indicato il codice 0101.
Nel caso di pagamento dell'importo dovuto per abitazione principale in tre rate le scadenze sono 18 giugno, 17 settembre e 17 dicembre 2012. Ogni rata è pari ad un terzo dell’imposta totale e nel modello di pagamento F24 all'interno del riquadro del  "Rateazione/mese rif" deve essere indicato il codice 0102.
Per i fabbricati rurali strumentali l’acconto di giugno viene versato nella misura del 30% del dovuto;
Per tutti gli altri immobili (fabbricati diversi dall’abitazione principale, terreni e aree fabbricabili ) il versamento dovrà essere effettuato come segue:
Rata di acconto: pari al 50% dell'imposta dovuta per l'anno in corso sulla base delle aliquote di base e detrazioni previste dalla nuova disciplina del tributo, da versare entro il 18 giugno 2012.
Rata di saldo: relativo all'intero anno (conguaglio sulla rata di acconto) sulla base delle aliquote e detrazioni deliberate dal Comune,  da versare entro il 17 dicembre 2012.

Istituzione nuovo tributo I.m.u. - aliquote e detrazioni per il 2012:
Al Consiglio Comunale spetta l’istituzione dell'I.M.U. e la fissazione delle aliquote e delle detrazioni con apposite deliberazioni,  che verranno rese pubbliche a nelle forme di legge e con qualsiasi altro mezzo pubblicitario.
Tali deliberazioni dovranno essere approvate  entro il 30 settembre 2012.

Deliberazioni in materia di IMU:
ISTITUZIONE DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) SPERIMENTALE E DETERMINAZIONE DELLE ALIQUOTE E DETRAZIONI PER L'ANNO 2012. 

Per tutto quanto qui non riportato si faccia riferimento alle seguenti norme di legge:
- Art. 13 del D.L. 6/12/2011 n. 201;
- Legge n. 214 del 22/12/2011 di conversione del D.L. 201/2011;
- Artt. 7, 8 e 9 del D. Lgs. n. 23 del 14/03/2011 (Federalismo Fiscale Municipale);
- Artt. 4 D.L. n. 16 del 02/03/2012.

Moduli I.M.U.