Italian

 

IL PIANO COMUNALE DI EMERGENZA

 

Prima di entrare nei particolari del piano comunale di emergenza, per comprendere la neccessità e l'utilità di avere un piano di emergenza dobbiamo riponedere ad alcune domande:

 

PERCHE' CREARE UN PIANO COMUNALE DI EMERGENZA?

I Piani Comunali di Emergenza sono lo strumento a disposizone del Sindaco quale Autorità Comunale di Protezione Civile incaricato di intervenire per portare assistenza ai propri cittadini, utilizzando le risorse e le procedure previste dai Piani Comunali e come base operativa il COC (Centro Operativo Comunale).

CHE COS'E' UN PIANO DI EMERGENZA?

E' l’insieme delle procedure operative di intervento per fronteggiare una qualsiasi calamità attesa in un determinato territorio. Ed è lo strumento che consente alle autorità di predisporre e coordinare gli interventi di soccorso a tutela della popolazione e dei beni in un’area a rischio.

A CHE COSA SERVE?

Ha l’obiettivo di garantire con ogni mezzo il mantenimento del livello di vita "civile" messo in crisi da una situazione che comporta gravi disagi alla popoalzione e danni alle infrastrutture.

 

COMPOSIZIONE DEL PIANO DI EMERGENZA:

  • PARTE GENERALE "A": racchiude le informazioni e le carratteristiche del territorio comunale e le possibili ipotesi di rischio o danno.
  • LINEAMENTI DELLA PAINIFICAZIONE "B": direttive generali per la gestione dell'emergenza e compiti delle Autorità preposte alla gestione e risposta all'emergenza.
  • MODELLO D'INTERVENTO "C": elenco delle procedure previste per l'attivazione delle risorse neccessarie alla gestione dell'emergenza, compiti e procedure previste per la gestione e il superamento dell'emergenza.

 

 I LIVELLI DI ALLERTA DI PROTEZIONE CIVILE:

 

ALLERTA GIALLA:

 

 

A livello comunale prevede l'attivazione della fase operativa di ATTENZIONE, ovvero:

  • informazione alla popoalzione dell'allerta in corso attraverso i canali previsti: sito web del Comune e pagina Facebook del Gruppo Comunale
  • verifica della disponibilità del Volontariato di Protezione Civile
  • su richiesta dell'Ammistrazione Comunale monitoraggio del territorio comunale in caso di fenomeni particolarmente violenti

 

IN GENERALE SEGNALA UN PERICOLO PER FENOMENI INSTENSI LOCALIZZATI, LOCALMENTE PERICOLOSI O PERICOLOSI PER LO SVOLGIMENTO DI PARTICOLARI ATTIVITA', PROBABILMENTE NON PERSISTENTI

 

in caso di eventi meteorologici racchiude ad esempio fenomeni quali:

- erosioni o frane

- caduta massi

- grandinate

- forti raffiche di vento

- innalzamento dei dei corsi d'acqua

- possibili allagamenti lungo le vie interessate dal deflusso delle acque

- danni ad edifici ed infrastrutture o possibile interruzione della viabililità causa allagamenti, frane, caduta rami o alberi.

 

ALLERTA ARANCIO:

 

 

A livello comunale prevede l'attivazione della fase operativa di ATTENZIONE, ovvero:

  • informazione alla popoalzione dell'allerta in corso attraverso i canali previsti: sito web del Comune e pagina Facebook del Gruppo Comunale
  • verifica della disponibilità del Volontariato di Protezione Civile
  • su richiesta dell'Ammistrazione Comunale monitoraggio del territorio comunale in caso di fenomeni particolarmente violenti

 

o di PREALLARME, ovvero:

  • informazione alla popoalzione dell'allerta in corso attraverso i canali previsti: sito web del Comune e pagina Facebook del Gruppo Comunale
  • verifica della disponibilità del Volontariato di Protezione Civile
  • monitoraggio sia fisico che strumentale (tramite idrometri e pluviometri) del territorio comunale in caso di fenomeni particolarmente violenti
  • se neccessario viene predisposta l'attivazione (anche parziale) del COC per coordinare interventi e risorse
  • eventualmente viene richiesta la disponibilità di ulteriori volontari di Protezione Civile a livello di Distretto o regionale tramite la SOR (Sala Operativa Regionale)

 

IN GENERALE SEGNALA FENOMENI PIU' INTENSI DEL NORMALE, PROBABILMENTE PERSISTENTI E PERICOLOSI PER COSE O PERSONE

 

in caso di eventi meteorologici racchiude ad esempio fenomeni quali:

- instabilità sui versanti

- erosioni o frane

- possibili colate di fango o detriti

- caduta massi

- grandinate

- forti raffiche di vento

- innalzamento dei dei corsi d'acqua

- interruzione della viabilità stradale o della rete ferroviaria causa allagamenti o frane

- danni ad opere di contenimento idraulico e regimazione

- allagamenti lungo le vie interessate dal deflusso delle acque

- danni ad edifici ed infrastrutture o possibile interruzione della viabililità causa allagamenti, frane, caduta rami o alberi

- danni causati da materiali alzati dal vento (es. rami, tegole ecc...)

- fulminazioni con possibili interruzioni della corrente elettrica o innesco di incendi

- occlusioni parziali o totali delle luci dei ponti

- anche in assenza di precipitazioni il deflusso dei corsi d'acqua può creare delle criticità

- pericolo per la sicurezza delle persone

 

ALLERTA ROSSA:

 

A livello comunale prevede l'attivazione della fase operativa di PREALLARME, ovvero:

  • informazione alla popoalzione dell'allerta in corso attraverso i canali previsti: sito web del Comune e pagina Facebook del Gruppo Comunale
  • verifica della disponibilità del Volontariato di Protezione Civile
  • su richiesta dell'Ammistrazione Comunale monitoraggio del territorio comunale in caso di fenomeni particolarmente violenti
  • monitoraggio sia fisico che strumentale (tramite idrometri e pluviometri) delle aree più a rischio del territorio comunale in caso di fenomeni particolarmente violenti
  • se neccessario viene predisposta l'attivazione (anche parziale) del COC per coordinare interventi e risorse
  • eventualmente viene richiesta la disponibilità di ulteriori volontari di Protezione Civile a livello di Distretto o regionale tramite la SOR (Sala Operativa Regionale)

 

IN GENERALE SEGNALA FENOMENI PIU' INTENSI DEL NORMALE, PERICOLOSI PER COSE O PERSONE, MOLTO PROBABILMENTE PERSISTENTI E DIFFUSI

 

in caso di eventi meteorologici racchiude ad esempio fenomeni quali:

- instabilità sui versanti

- estese erosioni o frane

- rapide colate di fango o detriti

- caduta massi

- grandinate

- forti raffiche di vento

- innalzamento dei dei corsi d'acqua

- interruzione della viabilità stradale o della rete ferroviaria causa allagamenti o frane

- danni ad opere di contenimento idraulico e regimazione

- allagamenti lungo le vie interessate dal deflusso delle acque

- estesi fenomeni di innondazione anche in zone distanti dai corsi d'acqua

- ingenti danni ad edifici ed infrastrutture o possibile interruzione della viabililità causa allagamenti, frane, caduta rami o alberi

- danni causati da materiali alzati dal vento (es. rami, tegole ecc...)

- fulminazioni con possibili interruzioni della corrente elettrica o innesco di incendi

- danni o rotture di opere arginali e idrauliche

- allagamenti di areee particolarmente estese

- piogge forti e persistenti

- occlusioni parziali o totali delle luci dei ponti

- anche in assenza di precipitazioni il deflusso dei corsi d'acqua può creare delle criticità

- grave pericolo per la sicurezza delle persone