Dichiarazioni sostitutive e acquisizione d'ufficio dei dati

Modalità di controllo sulle dichiarazioni sostitutive

Ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. 445/00 l'amministrazione procedente è tenuta ad effettuare:

  • Controlli a campione;
  • controlli mirati (in tutti i casi in cui sorgano fondati dubbi in ordine alla veridicità, o comunque emergano elementi tali da far ritenere che le dichiarazioni configurino in modo non corretto stati, fatti o qualità dichiarati) sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive di certificazione e dell' atto di notorietà;
  • controlli a tappeto (nel caso di procedimenti o attività particolarmente complessi)

In caso di dichiarazioni sostitutive di certificazione, l'amministrazione procedente effettua i predetti controlli mediante la consultazione diretta degli archivi dell'amministrazione certificante, ovvero richiedendo a quest'ultima - anche attraverso l'uso di strumenti informatici o telematici - conferma scritta della corrispondenza tra quanto dichiarato e la documentazione risultante dai registri dell’amministrazione certificante.